mercoledì 5 agosto 2009

MARCIA MONDIALE, GUERRE E NUCLEARE


Forse non tutti sanno che Per il Bene Comune ha aderito ufficialmente alla “Marcia Mondiale per la pace e la non violenza”, iniziativa lanciata dall’associazione Mondo senza guerre che si propone di sensibilizzare tutte le nazioni del mondo sul disarmo nucleare, sul ritiro di tutte le truppe militari presenti nei territori occupati e sull'eliminazione di ogni tipo di guerra come metodo di risoluzione dei conflitti.


La marcia partirà il 2 ottobre da Wellington in nuova Zelanda e terminerà il 2 gennaio 2010 ai piedi del Monte Aconcagua, a Punta de Vacas in Argentina.

Dal 7 al 12 novembre la Marcia passerà dall'Italia. In questa occasione in moltissime città italiane si moltiplicheranno iniziative per accogliere e diffondere questo grande evento.

Noi del gruppo Lazio di Per il Bene Comune abbiamo accolto con piacere questa adesione e, già da qualche mese, siamo entrati a far parte del Comitato promotore che si occupa di diffondere la Marcia nel Lazio ed in particolare a Roma.

Molte iniziative di diffusione e sensibilizzazione sono state organizzate, serate ispirate all'interculturalità per raccogliere fondi, banchetti di volantinaggio e raccolta adesioni;

l'ultima iniziativa in ordine di tempo è l'allestimento di un banchetto a Castel Sant'Angelo nell'ambito della manifestazione "Letture d'estate a Castel Sant'Angelo" dal 1 al 6 agosto.

In particolare ieri sera, martedì 4 luglio, c'è stata un'interessantissima tavola rotonda dal titolo "Informazione, impegno e proposte per un mondo senza guerre". Lo scopo dell'iniziativa era quello di fornire informazioni su guerre di cui ci arrivano sporadiche notizie dai mass media, notizie spesso incomplete ma soprattutto filtrate ad arte per far prevalere gli interessi di pochi a discapito della vita di molti.

Sono intervenuti 4 relatori: Shahrzad Shahbazy, dell'associazione "Onda verde Iran", che ha parlato della situazione del popolo iraniano; Edoardo Marino, dell'associazione "CooperAction", che ha illustrato la difficile situazione dell'Afghanistan, Federica Fratini dell'Associazione "Mondo senza guerre" che ha tracciato un quadro generale delle implicazioni Iialiane, dirette ed indirette, nelle guerre, nella sperimentazione e nella vendita di armi.

Alla tavola rotonda ha partecipato anche il nostro coordinatore Sergio Mazzanti che ha parlato della spedizione "Carovana della Speranza", un convoglio umanitario internazionale che ha portato a Gaza medicinali ed apparecchiature mediche, a cui Per il Bene Comune ha partecipato nello scorso Maggio (Fernando Rossi, fondatore del movimento, era a capo della delegazione europea). Durante il suo intervento è stato mostrato un video inedito realizzato da Per il Bene Comune che racchiude in sintesi l'esperienza vissuta da Monia Benini e dagli altri membri della spedizione; la seconda parte del video racchiude le registrazioni di collegamenti telefonici di Monia direttamente da Gaza, che offrono un filo conduttore a foto e filmati realizzati o reperiti in quei giorni. Immagini, parole, emozioni che colpiscono e lasciano il segno, cose che nessun mezzo di comunicazione "istituzionale" ha mai mostrato fino ad ora e che svelano una realtà di violenza e crudeltà che solo chi la vive conosce davvero.

Domani, giovedì 6 agosto, in occasione del tragico anniversario del lancio della bomba su Hiroshima, saremo ancora a Castel Sant'Angelo per diffondere e supportare la Marcia Mondiale anche con la nostra petizione "Non abbiamo bisogno del nucleare", perchè siamo fermamente convinti che nucleare civile e militare sono 2 facce di una stessa medaglia!


Cristiana Consalvi
Per il Bene Comune Lazio

1 commento:

ninnillomio@libero.it ha detto...

è veramente importante e significativa l'adesione del pbc alla marcia mondiale. complimenti a tutti coloro che si impegnano per la pace.